Lucugnano

Area tematica dedicata a Lucugnano, alla sue origini, storia e alle sue principali notizie, curiosità, avvenimenti, eventi, viaggi, luoghi di particolare interesse e bellezza, itinerari, musica, folclore, punti di svago, divertimento e appuntamenti per passare il tempo libero.

Lucugnano è una frazione, di poco meno 2.000 abitanti detti lucugnanesi, del comune di Tricase in provincia di Lecce. È situata a ovest del capoluogo comunale, da cui dista 4 km. L'abitato di Lucugnano, situato a 104 m sul livello del mare, occupa la porzione occidentale del territorio del comune di Tricase. Sorge su una vasta piana, intervallata da leggere ondulazioni isolate, compresa tra due modesti rilievi delle serre salentine. Il terreno è caratterizzato da sedimento argilloso che si trovava a circa 1,5 - 2 metri al di sotto di una crosta sabbioso-calcarenitica. I depositi argillosi di Lucugnano sono riferibili alla cosiddetta formazione di Gallipoli, del Pliocene superiore.

Il nome della cittadina potrebbe derivare dal gentilizio romano Lucullus. Tradizionalmente lo si fa derivare dal latino Lucus Jani, riferito a un bosco dedicato al dio Giano. Il lucus in latino era il bosco sacro. Questa ipotesi è avvalorata dalla presenza in passato di una vastissima area boschiva, il Bosco Belvedere

Alcuni studiosi hanno avanzato l’ipotesi della presenza – all’interno dello stesso bosco – di un tempio dedicato a Diana (Locus Dianae), divinità legata al mondo delle selve e alla caccia. E'certa la presenza dell'antichissima area boschiva, che ricopriva gran parte del Salento centro-meridionale, distrutta agli inizi del ‘900 da un violento incendio. Il bosco “del Belvedere”, era molto ricco di flora e fauna, tra cui lupi, cinghiali, lepri, volpi e numerose specie di uccelli. Da qui l’ipotesi dell’esistenza di un culto dedicato a Giano o a Diana,  avvalorata dalla presenza di un piccolo bosco, alla periferia sudorientale del paese, denominato “Bosco Martella”, al cui interno insiste la Masseria Mustazza.

Le prime notizie che documentano l'esistenza di un casale risalgono al 1092, quando il conte normanno Goffredo ne fece donazione ai monaci Basiliani e forse a Nardò. Un documento del 1316, conservato nell'Archivio di Stato di Napoli, riporta il nome Casali Cuniano, di proprietà della famiglia feudataria De Cuniano. Nel 1358 passò ai Capece, nel 1604 ai Trane e intorno al 1660 agli Alfarano-Capece, ultimi feudatari.

Con la fine del potere feudale, il paese venne affidato alla giurisdizione del comune di Tricase. Tra il 1855 e il 1874 fu amministrato dal comune di Specchia.

Architetture religiose:

Chiesa di Maria Santissima Assunta in Cielo del 1600;

• Chiesa della Madonna Addolorata, completata nel 1763; 

Chiesa di Santa Maria delle Grazie, è databile al 1725; 

Chiesa di San Giuseppe, costruita nel 1783 in stile tardo barocco; 

• Chiesa di Santa Croce, fu edificata nel 1710; 

• Chiesa di San Francesco Saverio, risale al 1719;

 Chiesa di San Rocco, ricostruita sul sito della precedente nel 1969. 

Architetture civili

• Palazzo Comi, fu edificato intorno alla metà del XIX secolo dall'omonima famiglia baronale, devenuto puoi dimora in vita del poeta Girolamo Comi. 

Architetture militari

Castello dei Capece, o palazzo baronale dei Capece, fu edificato nel XVI secolo dalla famiglia Castriota Scanderbeg, come ampliamento dell'originaria torre di epoca normanna all'incirca dell'anno 1000. La torre, a pianta quadrata, è coronata da beccatelli ed è provvista di merlature. L'edificio subì numerosi rifacimenti nel corso dei secoli da parte delle famiglie feudatarie che ne ebbero il possesso. La residenza, composta da ventidue stanze distribuite su due piani, presenta un severo prospetto rinascimentale, caratterizzato da elementi decorativi a motivo geometrico che adornano gli architravi e le cornici. La parte sommitale della struttura è coronata da un fregio composto da una serie di scanalature verticali racchiuse in una cornice di dentelli, il tutto intervallato da cinque capitelli di lesena.

 

Sede

Via del Fosso, snc 

Lucugnano - Tricase - Lecce

ITALIA

Newsletters

Iscriviti per ricevere gli ultimi aggiornamenti, notizie e altro ancora...

Contatti

Puoi contattarci tramite:

Web: Contattaci Online

Telefono +39 08321831276

Fax +39 08321831160

info@tarantolati.it