Radici per restare e Ali per sognare. Bando della Regione Puglia

Posizione

Padiglione n. 107 della Fiera del Levante
Lungomare Starita, 4
70132 Bari
Italia
IT
Italiano
PIIIL Bari - (ore 9/13)

Radici per restare e Ali per sognare. Bando della Regione Puglia.“Radici e Ali” è il bando della Regione Puglia a sostegno delle imprese delle filiere culturali, turistiche e dello spettacolo, ed è stato presentato il 18 novembre 2019 a Lecce all’Ex-Convitto Palmieri e il 21 novembre 2019 a Bari al padiglione 152 della Fiera del Levante“Radici e Ali” è stato ideato per favorire la rinascita dei luoghi d’arte e di cultura della Regione Puglia e prevede un fondo di 35 milioni di euro per la valorizzazione degli attrattori culturali e naturali. Queste lrisorse sono messe in campo dalla Regione Puglia con l’obiettivo di mettere al centro la cultura come opportunità di sviluppo e di crescita del territorio. Il bando è stato presentato dall’assessore per Industria turistica e culturale, Gestione e valorizzazione dei beni culturali Loredana Capone, con il direttore del dipartimento Aldo Patruno e il dirigente Mauro Paolo Bruno.

 

 

 

L’obbiettivo è favorire le buone prassi in rete e l’attività culturali che generano lavoro, creando un’occasione per le imprese, ma anche per i Comuni e più in generale per i professionisti e la manodopera che sarà coinvolta nei progetti di ripristino di beni comuni come teatri e cinema, oggi abbandonati.

Loredana Capone, durante la presentazione, ha tenuto a precisare che si tratta di un bando snello che prevede tutoraggio a sportello e una prima scadenza il 31 dicembre prossimo. Ma il bando “Radici e Ali” avrà misure disponibili per la presentazione delle domande fino al 31/12/2021 e questa appena avviata sarà solo la prima tranche di adesione.

Via libera, dunque, a progetti e idee che mettano le “Ali”  ai sogni. Progetti che raccontino le tradizioni, la storia, progetti che scoprano le “Radici” autentiche dei territori pugliesi e che sappiano estrarre e comunicare la reale vocazione di un bene comune.

"Con Radici e Ali - ha proseguito Loredana Capone - l'esigenza del recupero si lega imprescindibilmente a quella del contenuto. Non un euro per il restauro senza un progetto di fruizione" è stato il leit motiv del Piiil , cioè dell'intera strategia regionale ma in questo bando c'è di più. C'è il nostro appello agli operatori culturali ad uscire fuori dagli schemi, a considerare anche luoghi meno convenzionali: non solo palazzi storici, ma ogni possibile attrattore culturale. Perché un bene culturale non è di per sè un attrattore se resta chiuso e non accessibile, privo di attività coinvolgenti: per diventare attrattore culturale deve riempirsi di contenuti culturali e, secondo noi, anche di lavoratori.

E siamo convinti che solo nella partecipazione e nel protagonismo culturale si possa ritrovare quel senso delle radici, dell'unità, dello stare insieme in quanto comunità di valori, di cui oggi, più che mai, abbiamo tutti bisogno. La cultura, insomma, come antidoto all'aridità, come spinta a prendere consapevolezza di chi siamo e da dove veniamo, a preservare e valorizzare il nostro patrimonio, materiale e immateriale, ad innovare e rinnovarci. Perché un futuro migliore è possibile ed è possibile qui, a casa nostra, con i nostri ragazzi, che hanno talento e oggi sono i nuovi migranti,  ma che hanno diritto a giocarsi qui la propria chance".

"Radici e ali" si rivolge alle micro, piccole e medie imprese culturali e creative, che potranno presentarsi singolarmente o in forma associata, e finanzierà anche: le sale cinematografiche storiche, con 10 milioni di euro; i teatri e i luoghi dello spettacolo dal vivo con 10 milioni di euro; i beni e luoghi d'arte della produzione e diffusione culturale e creativa a 360 gradi, con 15 milioni di euro.

Per partecipare è indispensabile che i luoghi candidati si trovino in Puglia, che i progetti siano di qualità, coerenti con la strategia e rispettino norme e paesaggio e che le attività messe in campo contribuiscano ad aumentare l'occupazione e l'attrazione dei territori.

La Regione sosterrà fino all'80% delle spese ammissibili e il contributo, a fondo perduto, non dovrà superare i 2 milioni di euro.

Le domande di partecipazione dovranno essere compilate e inviate per via telematica. Ogni 90 giorni ci sarà una sessione di candidatura. Tutte le attività dovranno essere concluse per il 30 giugno 2023.

 

Guido Guerzoni presenta il tema IMPRESA

 

Luoghi di cultura aperti e sviluppo

Favorire la cultura per generare economia e maggiore occupazione attraverso il recupero di luoghi dismessi e di beni culturali in degrado.

Luoghi di cultura aperti”, in poche e significative parole, il sogno della Regione Puglia. Il bando “Radici e Ali” finanzierà l’80% dell’investimento e, per la prima volta, anche il 30% delle spese di gestione, prendendosi cura, così, di chi farà tornare a pulsare il cuore dei luoghi d’arte.

Gli interventi dovranno essere fatti su beni identificabili come attrattori culturali e naturali o collegati a beni identificabili come attrattori.

Le attività finanziabili

Il bando “Radici e Ali” della Regione Puglia finanzia le proposte progettuali – presentate da singole PMI Culturali e Creative, A.T.I.  o Reti di Imprese – di interventi di riqualificazione e recupero di beni siti sul territorio regionale, identificabili come attrattori culturali e naturali o beni collegati a essi. In particolare, sono previste le seguenti misure:

  • Misura A – Sale cinematografiche: interventi di recupero fisico e/o funzionale di sale cinematografiche in esercizio, o attualmente dismesse o chiuse;
  • Misura B – Teatri e luoghi dello spettacolo dal vivo: interventi di recupero fisico e/o funzionale di teatri e luoghi dello spettacolo dal vivo chiusi, in esercizio, o attualmente dismessi o chiusi o non utilizzati a tale scopo;
  • Misura C – Luoghi d’arte e produzione culturale e creativa: interventi finalizzati all’ampliamento, realizzazione, miglioramento, alla riqualificazione di beni e luoghi d’arte e produzione culturale e creativa, adibiti o da adibire a: centri o spazi culturali e artistici, cineteche, biblio-mediateche; centri per la conservazione, promozione e diffusione del patrimonio culturale materiale e immateriale, mobile e immobile, connessi a siti archeologici, monumenti, luoghi della memoria ed edifici storici;
    laboratori, arts factory, empori della creatività e dell’innovazione culturale, teatri di posa e luoghi della cultura per attività di educazione e produzione culturale e artistica.

Attraverso l’Avviso pubblico per il sostegno alle imprese delle filiere culturali, turistiche, creative e dello spettacolo, la Regione Puglia promuove interventi di supporto allo sviluppo di prodotti e servizi complementari alla valorizzazione di identificati attrattori culturali e naturali del territorio regionale, anche mediante l'integrazione tra imprese delle filiere culturali, turistiche, creative e dello spettacolo. 

Possono presentare domanda le piccole e medie imprese favorendo in particolare l'imprenditorialità giovanile nel settore dei servizi integrati culturali e di accoglienza con valenza intersettoriale e interdisciplinare, per la creazione di contenuti innovativi e servizi complementari connessi alla valorizzazione e alla migliore fruizione degli attrattori regionali culturali e naturali.

Da mercoledì 23 ottobre 2019 è attivo il servizio di tutoraggio. Gli interessati all'attività di accompagnamento potranno presentarsi, dopo aver richiesto appuntamento via mail all’indirizzo radicieali@pec.rupar.puglia.itogni mercoledì dalle 9:30 alle 13:00 presso il padiglione n. 107 della Fiera del Levante (Lungomare Starita, 4, Bari).

Chi può partecipare

  • Imprese individuali 
  • Società (di persone, di capitale, cooperative, benefit)
  • Fondazioni 
  • Associazioni che agiscano in regime di impresa, con caratteristiche di piccole e medie imprese

 

Cosa finanzia

  • Spese tecniche di progettazione, studi e analisi, rilievi, direzione lavori, collaudi e altri costi
  • Spese per esecuzione di lavori
  • Acquisto di terreni non edificati entro il limite del 10%, o acquisto di edifici entro il limite del 20% del totale della spesa ammissibile
  • Acquisto di macchinari, attrezzature, impianti opzionali, finiture, arredi e dotazioni informatiche
  • Acquisto di software e licenze d'uso
  • Costi relativi ad attività complementari
  • Acquisto di beni classificati come "autoveicoli per uso speciale" entro il limite del 20% della spesa ammissibile

 

 

 

 

Ulteriori dettagli e Fonti:

POR Regione Puglia

Press Regione Puglia

 

 

Mappa Località Evento: 
Sabato, 23 Novembre, 2019 - Inizio: 09:00 - Termine previsto: 13:00
Repeats every week every Wednesday until Mar Giu 30 2020.
Sabato, 23 Novembre, 2019 - 09:00
Mercoledì, 27 Novembre, 2019 - 09:00
Mercoledì, 4 Dicembre, 2019 - 09:00
Mercoledì, 11 Dicembre, 2019 - 09:00
Mercoledì, 18 Dicembre, 2019 - 09:00
Mercoledì, 25 Dicembre, 2019 - 09:00
Mercoledì, 1 Gennaio, 2020 - 09:00
Mercoledì, 8 Gennaio, 2020 - 09:00
Mercoledì, 15 Gennaio, 2020 - 09:00
Mercoledì, 22 Gennaio, 2020 - 09:00
Mercoledì, 29 Gennaio, 2020 - 09:00
Mercoledì, 5 Febbraio, 2020 - 09:00
Mercoledì, 12 Febbraio, 2020 - 09:00
Mercoledì, 19 Febbraio, 2020 - 09:00
Mercoledì, 26 Febbraio, 2020 - 09:00
Mercoledì, 4 Marzo, 2020 - 09:00
Mercoledì, 11 Marzo, 2020 - 09:00
Mercoledì, 18 Marzo, 2020 - 09:00
Mercoledì, 25 Marzo, 2020 - 09:00
Mercoledì, 1 Aprile, 2020 - 09:00
Mercoledì, 8 Aprile, 2020 - 09:00
Mercoledì, 15 Aprile, 2020 - 09:00
Mercoledì, 22 Aprile, 2020 - 09:00
Mercoledì, 29 Aprile, 2020 - 09:00
Mercoledì, 6 Maggio, 2020 - 09:00
Mercoledì, 13 Maggio, 2020 - 09:00
Mercoledì, 20 Maggio, 2020 - 09:00
Mercoledì, 27 Maggio, 2020 - 09:00
Mercoledì, 3 Giugno, 2020 - 09:00
Mercoledì, 10 Giugno, 2020 - 09:00
Mercoledì, 17 Giugno, 2020 - 09:00
Mercoledì, 24 Giugno, 2020 - 09:00
 

Sede

Via del Fosso, snc 

Lucugnano - Tricase - Lecce

ITALIA

Newsletters

Iscriviti per ricevere gli ultimi aggiornamenti, notizie e altro ancora...

Tarantolati Contatti

Puoi contattarci tramite:

Web: Contattaci Online

Telefono +39 08321831276

Fax +39 08321831160

info@tarantolati.it