In Primo Piano:

Eventi Pasqua Salento

Vinitaly 2019:l’Occidente incontra l’Oriente! Oltre 120 le cantine Pugliesi

Italiano

Parte Vinitaly 2019, dal 7 al 10 aprile  si incontrano le eccellenze del vino a Verona.  Il capoluogo veneto torna ad essere capitale mondiale del vino, ospitando la più importante kermesse del settore. Vinilaty ogni 12 mesi rappresenta un’importante momento di incontro tra i produttori di vino e i wine lovers. Per tutta la durata della manifestazione saranno presenti numerosi ospiti internazionali che intratterranno  gli appassionati di vino e daranno lustro all’appuntamento. Veronafiere taglia quest’anno l’invidiabile traguardo di 53 edizione e il focus di quest’anno sarà incentrato non solo sulle proposte dei produttori, tra degustazioni e presentazioni, ma anche sull’innovazione e salvaguardia dei territori in cui vengono prodotti i vini. Si tratta di una vetrina aperta al mondo e che vede il Made in Italy vinicolo protagonista. Un trend che riprende certamente l’andamento nazionale: con 11 miliardi di euro di fatturato, l’Italia è il primo produttore mondiale, superando anche i cugini francesi, tradizionalmente noti per il vino. Quasi il 20% del mercato globale è degli italiani, un risultato impressionante. Non sorprende, quindi, che il settore vinicolo sia in crescita, in contro tendenza ad altri settori dell’economia italiana.

 

LA 53ESIMA EDIZIONE DI VINITALY

La 53esima edizione di Vinitaly è partita il 7 aprile ed alternerà momenti di degustazione a di workshop tematici con la partecipazione di 4120 aziende espositrici: inoltre, nonostante rispetto all’edizione dell’anno scorso l’organizzazione abbia deciso di aumentare la superficie dedicata agli stand della Fiera Internazionale dedicata ai Vini e ai Distillati, l’evento è oramai tutto esaurito già dallo scorso novembre.

Per la prima volta il salone supera i centomila metri quadri di superficie espositiva a conferma di un trend di crescita che negli ultimi anni è stato esponenziale. “Se guardiamo i numeri, siamo la manifestazione di settore più grande del mondo” ha detto a tal proposito Giovanni Mantovani, il direttore di Veronafiere, parlando delle oltre 4600 aziende vinicole che saranno presenti e che rispetto al 2018 sono aumentate di ben 130 unità, rappresentando così ben 35 Paesi produttori da tutto il mondo. 

IL PROGRAMMA DELLA KERMESSE DI VERONA

Per quanto riguarda il programma ufficiale di Vinitaly 2019, il cui tema è “L’Occidente incontra l’Oriente” sono presenti come appuntamenti  di spicco in scaletta in questi quattro giorni che vedranno sfilare a Verona un ricco parterre di ospiti famosi, molti con le loro produzioni vinicole, e del mondo della politica. Ad esempio, domenica 7 alle ore 12 è stata svelata la bottiglia di “Asolo Prosecco Superiore DOCG”, un’edizione limitata del 1881 e che è stata realizzata dalla designer Chiara Andreatti.

Lunedì 8 aprile 2019, invece, il focus sarà sulla Sicilia e per questo va segnalato un workshop/seminario dal titolo “La Doc Sicilia e i mercati Italia, USA e Germania: numeri e tendenze”, mentre martedì 9 e mercoledì 10 verrà presentata rispettivamente una degustazione dell’Ovada DOCG da parte del Consorzio di Tutela dell’Ovada e successivamente da parte del Consorzio di Tutela di Manduria col suo Primitivo. 

 

Vinitaly 2019, il Salento c’è! Oltre 120 le cantine Pugliesi

Dal 7 al 10 aprile 2019 saranno presenti anche i produttori pugliesi. Il Salento e la Puglia approdano a Verona con il loro vino. Con il sostegno di Regione Puglia e l'impegno di UnionCameraPuglia sono pronti i produttori pugliesi per presentare al meglio storia e tradizione del territorio: accanto agli ormai famosi vini toscani, la Puglia ha un posto di tutto rispetto nel panorama vinicolo nazionale.

Il governatore della Regione Puglia Michele Emiliano descrive: "Il Vino pugliese dalla forza poetica ed epica, che nella sua forza riporta come la gente di questo territorio combatte contro il proprio destino e la sorte non sempre felice, senza mai arrendersi" - continua il governatore -"La valorizzazione dei vini di Puglia passa anche dalla capacità espressa dai sommelier AIS in tutti questi anni di raccontare storie, personaggi, tradizioni di un territorio del vino tra i più vocati in Italia. Nell'intervista al governatore della Regione Puglia Michele Emiliano, il ringraziamento ai sommelier per l'importanza della loro opera di comunicazione".

Non solo nel settore dell’enogastronomia, i vini pugliesi fanno bene anche al turismo. Negramaro, Primitivo, Malvasia e tanti altri fanno parte dei must che i turisti devono assolutamente scegliere dalla carta dei vini prima di andare via, costruendo insieme ai piatti tipici, un repertorio di tradizione tutta da scoprire.  E veniamo ai numeri. Accanto ai colossi nazionali e internazionali, la Puglia è quinta per numero di vini tra le regioni italiane, subito dopo la Toscana, il Piemonte, il Veneto e la Sicilia.

La Puglia terrà non solo vini rossi, ma anche viticoltura collinare in bianco, che permette di ottenere vini bianchi di grande eccellenza nelle zone di Castel Del Monte e nella Valle dell’Itria.

E' ricco il calendario di eventi e degustazioni che coinvolgeranno tutte le aziende salentine partecipanti, operanti nelle otto aree Doc della provincia di Lecce ( Alezio, Copertino, Galatina, Leverano, Matino, Nardò,Salice Salentino e Squinzano ) . 

Saranno circa 120 le cantine pugliesi a Verona, mostrando come il marchio Puglia continui a crescere sempre più.

 

Video Intervista completa VINITALY 2019 a Michele Emiliano Presidente Regione Puglia

VINITALY 2019 Cerimonia Inaugurazione
Maria Elisabetta Alberti Casellati presentazione Vinitaly 2019

Scorri gli altri eventi in programma:

 

Sede

Via del Fosso, snc 

Lucugnano - Tricase - Lecce

ITALIA

Newsletters

Iscriviti per ricevere gli ultimi aggiornamenti, notizie e altro ancora...

Tarantolati Contatti

Puoi contattarci tramite:

Web: Contattaci Online

Telefono +39 08321831276

Fax +39 08321831160

info@tarantolati.it