In Primo Piano:

Fascismo, Antifascismo e Sessantotto a Maglie e nel Salento

Italiano

Posizione

Libraria
Largo San Pietro 17/A
73024 Maglie
Italia
IT
Data Evento fino al 2019: 
Venerdì, 3 Maggio, 2019 - 18:30
Meteo in tempo reale: 
MAGLIE Condizioni Meteo

 

Come ebbe origine il totalitarismo fascista a Maglie? Quali furono i fattori sociali ed economici che ne favorirono l'affermazione? Come furono vissuti gli anni della seconda guerra mondiale e come fu accolta la democrazia nella cittadina salentina? Nel suo volume "Maglie. Dall'amministrazione podestarile alla democrazia 1919-1946", Mario Andreano ha ricostruito la storia di Maglie dal ventennio fascista all'avvento della democrazia analizzando fatti ed avvenimenti locali e inserendoli poi nel contesto più ampio dei paesi circostanti, della regione, dello stato, ecc.

Cosa accadeva invece a Maglie e nel Salento durante il decennio dal '68 al '77? Cos'erano i movimenti collettivi? Cos'era l'antifascismo militante? Silverio Tomeo ha ripercorso nel suo libro "Gli anni ribelli. I movimenti dal '68 al '77 a Lecce" le lotte sociali, le nuove soggettività emergenti, i movimenti studenteschi, le nuove organizzazioni sindacali, le speranze degli anni '70 nel nostro territorio.

ARCI-Biblioteca di Sarajevo e Comitato Provinciale ANPI organizzano un incontro VENERDI’ 3 MAGGIO 2019 ore 18,30 presso LibrarìaLargo San Pietro Maglie in cui i due autori dialogheranno coordinati da Naomi De Pascalis e musicalmente accompagnati da Rocco Giangreco. L’iniziativa si inserisce nel percorso “autori.territorio” con il quale l’Associazione magliese ha da tempo concentrato l’attenzione sulle ricadute della storia sul nostro territorio. Si è già parlato con altri scrittori locali delle ripercussioni nel Salento di grandi eventi come l’Unità d’Italia, la Prima Guerra Mondiale. Con questo incontro si focalizza lo sguardo su come a Maglie e nel Salento si vissero, e con quali conseguenze, due passaggi storici importanti del secolo scorso: la liberazione dal nazi-fascismo ed il sessantotto. Già da tempo le due Associazioni hanno sviluppato una collaborazione tesa a sensibilizzare maggiormente l’opinione pubblica sul significato della Resistenza e dei suoi valori che portarono alla nascita della Repubblica Italiana.

Il 25 aprile in piazza si è tenuto un presidio proprio per ricordare che la Costituzione Italiana affonda le sue radici nella Liberazione che in quel giorno si festeggia. In questo periodo è necessario ristabilire la verità storica ed è per questo che ARCI-BdS ed ANPI hanno scritto al Sindaco di Maglie per rivedere il cerimoniale della Festa in quanto la commemorazione ufficiale confonde momenti storici diversi. Se la banda suona ogni anno le note de Il Piave e non quelle di Bella Ciao si crea un falso storico. I canti della Resistenza videro partigiane e partigiani di ogni estrazione culturale, politica e religiosa combattere e vincere uniti il nazismo ed il fascismo. I loro cori sono simbolo di libertà ed una loro canzone non può per nulla essere considerata di parte bensì patrimonio della collettività nazionale. Mario Andreano è un docente che ha svolto la proprio attività per il maggior numero di anni a Maglie. E' consigliere comunale e collabora con numerosi giornali e periodici locali. Silverio Tomeo è nativo dell'isola di Ponza ma vive a Lecce dal 1954. Insegnante, è attivo sulla stampa pugliese, nelle pubblicazioni autoprodotte di movimento e su alcuni siti web.
 

Da "Maglie. Dall'amministrazione podestarile alla democrazia. 1919-1946" - Mario Andreano "Nel 1930 il fascio di Maglie contava 630 iscritti. Il 13 febbraio, alla presenza del Prefetto della Provincia Formica e del segretario provinciale Palmentola, venne inaugurata la nuova sede - Casa del Littorio - che si trovava in via Vanini, dove vennero aggregate le organizzazioni dipendenti. Ormai, grazie all'impegno politico dell'amministrazione podestarile insieme a quelle delle organizzazioni fasciste, dei presidi e dei docenti delle scuole della città, la popolazione magliese era divenuta elemento docile alle direttive dall'alto e pronta a far da corona a tutte le iniziative commemorative a cui la retorica fascista prestava molta attenzione, esigendo la partecipazione, anche forzata, di tutti i cittadini."

Da "Gli anni ribelli" - Silverio Tomeo "Quando l'autunno caldo operaio del 1969 irrompe, soprattutto al nord, con l'operaio massa del ciclo fordista, poco sindacalizzato, spesso meridionale, a Lecce si parla del prossimo insediamento operaio della FIAT-Allis. Quando la fabbrica si insedia le prime lotte operaie vengono supportate dall'esterno dai militanti della Nuova Sinistra, soprattutto dal Circolo Lenin, quindi si aggiungeranno Lotta Continua , oltre ai sindacalisti della CGIL e della FIOM. È la stagione dei picchetti duri, tenuti all'albeggiare perché molti colletti bianchi arrivano prestissimo per aggirare quello che vedono solo come un ostacolo. Con i fuochi accesi per il freddo, il vino e le merende portate dagli operai, a volte con atti vigliacchi da parte dei crumiri, come cercare di investire il picchetto."

 

 

Evento Promosso da:

ARCI-Biblioteca di Sarajevo

e Comitato Provinciale ANPI

Bella Ciao - Modena City Ramblers & Goran Bregovic - Melpignano Concertone Finale Notte della Taranta 2012
Goran Bregović - Bella Ciao - "Champagne for Gypsies"

Scorri gli altri eventi in programma:

 

Sede

Via del Fosso, snc 

Lucugnano - Tricase - Lecce

ITALIA

Newsletters

Iscriviti per ricevere gli ultimi aggiornamenti, notizie e altro ancora...

Tarantolati Contatti

Puoi contattarci tramite:

Web: Contattaci Online

Telefono +39 08321831276

Fax +39 08321831160

info@tarantolati.it