Scopri Il Salento

Area Tematica dedicata agli articoli che illustrano ed aiutano a scoprire il territorio salentino con la sua storia, miti, folclore, cultura, usanze, legende, tradizioni, letteratura, bellezze, mestieri e musiche.

  •  

    Con l'equinozio di primavera mercoledì 20 marzo 2019 inizia la primavera salentina, ricca di sole, clima temperato ed eventi per godersi nella bella stagione il mare e le bellezze del Salento. Temperature già intorno ai 20°C in tutti i comuni del Salento permettono già alle persone del posto ed ai turisti di godersi a pieno l'entroterra e le bellissime spiagge Salentine. Da Torre dell'Orso, per passare da Otranto, Santa Maria di Leuca, Gallipoli e risalire fino a Porto Cesareo.  Le spiagge incominciano a svestirsi completamente dal torpore invernale, offrendo la possibilità di godersi i paesaggi naturali in piena fioritura, la prima tintarella, sana attività sportiva lungo i litorali per gli appassionati o i rilassanti primi assaggi di mare  per chi cerca semplice relax.

  •  
    A Giuggianello nelle vicinanze della Cripta di San Giovanni Battista, si trova la collina delle ninfe e dei fanciulli. Non esiste in Puglia un luogo così legato alla tradizione, ricco di miti e suggestioni come quello dell’uliveto che ricade in questa zona. Considerata non solo in Italia, ma anche al di fuori dei confini della nostra penisola, di pari importanza alla più famosa “Stonehenge” grazie alle testimonianze antiche di cui questa terra conserva le tracce: dai dolmen ai menhir, dalle rocce sacre agli altari.
     
    Questa area che circonda e abbraccia la zona dei Massi Della Vecchia è un luogo pieno di leggende e miti. Tra i protagonisti orchi e ninfe, fantasmi e diavolivecchie fattucchiere e folletti detti anche “scazzamurieddhi”, ma anche eroi come Ercole e santi come San Giovanni Battista e San Basilio. Le storie e le fonti sono tante: dal piccolo agricoltore di Giuggianello o dei borghi vicini, fino ad arrivare ad autori greci o latini antichi.
     
    Secondo uno studio recente, il passo più antico scritto e legato a questa collina è attribuito allo scrittore Nicandro di Colofone nel II sec. a.C. che racconta «Si favoleggia che nel paese dei Messapi presso le cosiddette “Rocce Sacre” fossero apparse un giorno delle ninfe che danzavano e che i figli dei Messapi, abbandonate le loro greggi per andare a guardare, avessero detto che sapevano danzare meglio...
  •  

    Torre dell'Orso è una località balneare del Salento, marina di Melendugno, in provincia di Lecce. Famosa e meta dei turisti estivi per l'ampia spiaggia di finissima sabbia color argento, Torre dell'Orso vanta un mare particolarmente limpido per le correnti del Canale d'Otranto. Grazie a questa caratteristica d'estate la località è frequentata da molti turisti ed è stata più volte premiata con la Bandiera Blu d'Europa per la trasparenza e la pulizia del mare

  •  

    Ciciri e Tria è proprio un primo piatto tipico della tradizione salentina in questo si trova l’eredità culinaria degli arabi. Tria è, infatti, la parola che usavano gli arabi per indicare la pasta secca. Oggi è una pietanza che, nel Salento, si mangia il giorno di San Giuseppe. Si tratta di un piatto molto semplice, realizzato con ingredienti poveri, ma al palato è una vera delizia.

  •  
    Il Negroamaro è un vino conosciuto con molti nomi, Negro Amaro o Niuru MaruNicra Amaro o Nero Leccese , ma che racchiude in sé un’unica anima. Il profumo del vino Negramaro richiama alle assolate terre salentine, il sapore inimitabile lo ha fatto apprezzare in tutta Italia ed anche all’estero in tutto il mondo.
     
    Questo vino rosso pugliese ben si adatta ad accompagnare i piatti della cucina tradizionale e non tradizionale. Il vino Negramaro negli ultimi anni ha vissuto una vera e propria stagione di boom produttivo e di popolarità.
     
    INegroamaro (detto anche Negramaro, senza la o) viene prodotto nelle province pugliesi di LecceBrindisi e Taranto. La Puglia, ed in particolare la zona del Salento, sono fra le zone geografiche italiane ad avere la maggior produzione vinicola assoluta. Negli anni passati il Negroamaro era utilizzato esclusivamente per tagliare i vini, ma non in purezza. Fra i maggiori acquirenti del mosto da esso ottenuto erano soprattutto le regioni dell’Italia settentrionale. Grazie alla elevata presenza di zuccheri, infatti, questo vino veniva utilizzato per tagliare i mosti del nord Italia, spesso caratterizzati da tenori alcolici limitati. 
    Invece da diversi anni a questa parte i produttori vitivinicoli salentini hanno cominciato ad utilizzare le uve di questo vitigno per produrre vini in purezza, ottenendo così il Negramaro che tutti conosciamo ed apprezziamo.
  •  

    Santa Caterina è posta sulla costa ionica, a circa 7 chilometri dal capoluogo comunale, ed è costituita da una parte collinare dove si trovano le Cenate e una parte a ridosso del mare, il lungomare. Il territorio è costituito da colline e la costa è piuttosto bassa e scogliosa, tranne alcuni tratti di natura sabbiosa. La conformazione del territorio è dovuta al progressivo innalzamento ed abbassamento del livello del mare, evento testimoniato dalla presenza di numerosi fossili di specie marittime sulla terraferma.

  •  

    Con il weekend appena trascorso di sabato 7 e domenica 8 aprile 2018 è già iniziata con una primavera piena la bella stagione. Cielo sereno, poco vento e temperature miti con massime di 23°in tutti i comuni del Salento hanno permesso alle persone del posto e ai turisti di godersi a pieno l'entroterra e le bellissime spiagge Salentine. Da Torre dell'Orso, per passare da Otranto, Santa Maria di Leuca, Gallipoli e risalire fino a Porto Cesareo le spiagge hanno incominciato a svestirsi completamente dal torpore post invernale, offrendo la possibilità di godersi la prima tintarella, i primi assaggi di mare e per i più temerari anche i primi bagni.

  • Città Di Gallipoli

    Gallipoli

    Gallipoli, città della Puglia (provincia di Lecce), sul golfo di Taranto, a 14 metri di altitudine. Sede vescovile. La città si estende nella parte moderna su un promontorio e su un'isola costiera nella parte più antica. Gallipoli vecchia è caratterizzata da un aspetto quasi orientale, con vie strette e tortuose. La parte antica di Gallipoli è unita a quella più recente sul promontorio da un monumentale ponte (costruito nel 1603). Gallipoli conserva, fra gli edifici più caratteristici: la Cattedrale di Sant'Agata, del 1630, con facciata in stile barocco del 1696; Il Castello Agioino (rifatto nel XVI sec); Le Chiese di San Francesco (dei secoli XVII-XVIII), della Purità (attribuita a L. Giordano), di San Domenico; a Gallipoli è presente una Fontana ellenistica (ricostruita nel 1560) e un museo civico che conserva reperti archeologici e sarcofagi di età messapica. Gallipoli è anche un'importante porto commerciale e peschereccio, sopratutto per la pesca del tonno. E' presente inoltre un istituto tecnico nautico. A Gallipoli sono presenti l'industria conserviera del pesce, industrie alimentari, enologiche, raffinerie di olio d'oliva, saponificio, industrie del legno (botti). La stazione balneare di Gallipoli è Lido San Giovanni fra le più frequentate del Salento. Di fronte a Gallipoli, nel golfo di Taranto, è presente la piccola isola di Sant'Andrea.

  • Notte della Taranta

    La Notte Della Taranta: è il festival musicale dedicato al recupero della pizzica salentina. Nelle varie edizioni "La Notte Della Taranta" è diventata oltre che al più grande festival di musica popolare e pizzica, anche un laboratorio musicale che ha puntato alla fusione con altri linguaggi musicali che vanno dalla world music, al rock e dalla musica jazz alla musica sinfonica.

  •  

    Posto Vecchio di Salve è una località balneare ionica del basso Salento, frazione del comune di Salve, in provincia di Lecce. E' la prima marina del Comune di Salve che si incontra lasciando la Marina di Torre Vado percorrendo il versante ionico, sorge vicino a Marina di Pescoluse, a circa 10 km da Santa Maria di Leuca. Caratteristica di Posto Vecchio è la spiaggia di sabbia finissima, situata a poca distanza da una lussureggiante vegetazione. Il Posto Vecchio di Salve è stato insignito, insieme con le altre marine di Salve, delle quattro vele di Legambiente e Touring Club Italiano per la pulizia del mare e la qualità dei servizi turistici. Punto di incontro estivo per tutti i giovani del capo di Leuca. Da Torre Vado la spiaggia di Posto Vecchio si raggiunge a piedi.Chi alloggia nella piccola Marina di Salve invece, può approfittare della vicinanza per trascorrere le serate sull'affacinante lungomare di Torre Vado.

Pagine

 

Sede

Via del Fosso, snc 

Lucugnano - Tricase - Lecce

ITALIA

Newsletters

Iscriviti per ricevere gli ultimi aggiornamenti, notizie e altro ancora...

Tarantolati Contatti

Puoi contattarci tramite:

Web: Contattaci Online

Telefono +39 08321831276

Fax +39 08321831160

info@tarantolati.it